Consigli per una gravidanza vegana sicura

gravidanza

La dieta vegana è molto sana e questo è un fatto. Ma nel momento in cui c’è una gravidanza di mezzo spesso ci sono un po’ di dubbi e incertezze.
In questo articolo una mamma vegan racconta la sua esperienza e come si sia trovata bene con la sua dieta naturale in gravidanza.

Quella di seguito è l’esperienza di Becky Striepe di Care2.com che non solo racconta come ha vissuto questo lieto evento ma anche cosa vuol dire davvero seguire un’alimentazione vegana in gravidanza, sfatando molti miti e dando anche degli ottimi consigli.

“Ora che sono nel secondo trimestre della mia gravidanza vegana ho voluto condividere alcune esperienze e alcuni consigli che medici e infermieri mi hanno dato.
Ho consultato molti medici perchè, a casua di un problema di salute che ho avuto da bambina, la mia gravidanza non è così semplice. Sai cosa mi ha scioccato?
Nessun medico ha avuto da ridire sulla mia dieta vegana.

Anzi, in realtà  la mia dieta mi avvantaggia parecchio.
Durante il mio primo consulto medico per prima cosa ho detto che sono vegana e, quando è arrivato il momento di parlare di cibi proibiti in gravidanza, la dottoressa  mi ha detto: “Lo sai, visto che sei vegan, non mangi comunque nulla di tutto ciò“.
I cibi  proibiti per le donne in gravidanza, infatti, includono alcuni tipi di pesce, prodotti latto-caseari non pastorizzati, sushi e affettati.

La dottoressa mi ha anche dato degli ottimi consigli per la mia alimentazione:

  • Evitare succhi di frutta non pastorizzati preconfezionati.
    Proprio come il formaggio non pastorizzato e i latticini, il rischio di contaminazione è più elevato. Ok invece la spremuta.
  • Mangiare un sacco di verdure a foglia verde.
    Mi ha  consigliato diverse porzioni alla settimana di verdure come cavoli, cavoli, bietole, ecc  ottime per il calcio.
  • Lavare bene i prodotti, non solo per i pesticidi ma anche per rimuovere gli agenti patogeni.
  • BannerQuadrato

 

Vitamine prenatali Vegan

Come tutte le donne in gravidanza  sto prendendo una vitamina prenatale e  ho intenzione di iniziare a prendere DHA allo scadere delle 20 settimane.
Non c’è bisogno di prodotti di origine animale per avere delle buone vitamine prenatali. Ci sono tante fonti di vitamine a base vegetale in commercio.

Io ad esempio sto assumendo una vitamina che si chiama  One della   Rainbow Light.  E ‘ totalmente a base vegetale con tanto di certificazione VeganGuard. Non è l’unico prodotto sul mercato ma questo è molto facile da trovare.

 

Anche se prendi le vitamine prenatali è comunque una buona idea  mangiare cibi ricchi di calcio, ferro e vitamine del gruppo B quando sei incinta.
Ecco alcuni consigli per assumere questi nutrienti in una dieta vegana.


Calcio

Sei preoccupata di non prendere abbastanza calcio senza latticini? Lascia stare!
Ci sono un sacco di fonti di calcio vegane e spesso sono più facili da processare per il tuo corpo rispetto a quelle animali.
Clicca qui per vedere la lista di 24 fonti di calcio completamente vegane.

 

Ferro
Potresti essere preoccupata di aver bisogno di mangiare carne per avere  abbastanza ferro, ma non è così.
Dai un’occhiata a Dieta veg: e il ferro da dove lo prendo? per le fonti di ferro nella dieta vegana.

Il vero trucco per assimilare abbastanza ferro è fare in modo che il corpo possa assorbirlo.
Associare le fonti di ferro con la vitamina C ad esempio aiuta il tuo organismo ad utilizzare il ferro che si trova nel tuo cibo.
Ci sono poi alcuni alimenti che inibiscono  l’assorbimento del ferro e che si dovrebbero evitare quanto stiamo mangiando cibi ricchi di  ferro:

  • Caffeina
  • Tannino: si trova in alimenti come caffè, tè e vino rosso
  • Acido fitico: si trova in grano, semi crudi, spinaci e bietole.

 

Vitamine B
Due parole signore:  lievito alimentare.
Il lievito alimentare ha un ottimo equilibrio di vitamine B6, B12 e acido folico.
Cospargete di  lievito alimentare  piatti salati come pasta, riso e minestre. Aggiunge un sapore di formaggio delicato e molta vitamina B!
Altre fonti vegane di vitamine del gruppo B sono:

  • asparagi
  • broccoli
  • spinaci
  • banane
  • patate
  • albicocche secche
  • datteri
  • fichi
  • noci “

 

Un consiglio: se hai intenzione di portare avanti una gravidanza vegana  non lasciarti scoraggiare da chi ti dice che non è sicura o che non avrai abbastanza nutrienti.
Consulta un medico veg che saprà seguirti passo passo consigliandoti l’alimentazione corretta  rispettando le tue scelte alimentari.

 

Fonte: http://www.care2.com/greenliving/is-it-safe-to-have-a-vegan-pregnancy.html

Vuoi più articoli come questo?
Siamo in missione per condividere articoli che ispirino amore per gli animali e per la Natura. Unisciti a noi e vedi da te!

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.