Ragazzo costruisce salvagente per il suo pesciolino rosso che stava per morire

Leighton Naylor, un ragazzo di 32 anni di Blackpool (Regno Unito)  ha costruito un giubbotto di salvataggio per il suo pesciolino domestico di nome Einstein.

Einstein era un pesciolino rosso  sano e molto amato dal suo padroncino quando è stato colpito da una malattia che ha danneggiato la  sua vescica natatoria, rendendogli impossibile nuotare. 

Man mano che la malattia sarebbe andata avanti, Einstein si sarebbe ribaltato a pancia in su e si sarebbe depositato sul fondo del suo acquario, senza possibilità di risalire. Leighton ha detto: “L’ho visto affondare e bloccarsi su un lato senza poter nuotare o muoversi. Sembrava depresso, povero pesce. Avevo il cuore a pezzi. Così ho pensato che volevo fare qualcosa per questa situazione.”

Leighton ha utilizzato alcuni tubi riciclati per creare una struttura che aiutasse il pesciolino a galleggiare. Questo piccolo dispositivo ha dato la possibilità al piccolo Einstein di  nuotare contento anzichè affondare .

Leighton ha detto: “La gente mi ha detto che sono pazzo  ma per me ogni animale è un prezioso membro della famiglia… Ho cercato di insegnare dei giochetti a tutti i miei pesci ma Einstein è il mio allievo preferito. Ora riesce a  nuotare fra le mie dita e a ripararsi nel suo piccolo rifugio quando non si sente bene “.

Che bella storia!

Si sentono spesso storie di persone che aiutano cani e gatti ammalati  ma un salvagente per un pesciolino rosso ancora non si era mai visto. Bel lavoro Leighton!!
Condividi con i tuoi amici per far sapere in giro che niente è impossibile, neanche aiutare un piccolo pesce a rosso a nuotare di nuovo!  

Tradotto in italiano dal sito: http://www.vegfriend.com/forum/topics/man-makes-a-life-vest-for-pet-fish-who-can-t-swim

Vuoi più articoli come questo?
Siamo in missione per condividere articoli che ispirino amore per gli animali e per la Natura. Unisciti a noi e vedi da te!

1 commento

  1. Ogni vita é preziosa,e questa é la dimostrazione che volere é potere…che bella storia…!

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.